• Ricerca di sé(nso)

    Un aiuto per Corviale

    Molti di voi sanno che, da qualche mese, collaboro con Calciosociale. 😀Da quando ho conosciuto questa realtà nel 2013, credo di averne parlato con entusiasmo (leggi “fatto ‘na capoccia così“) a chiunque mi abbia interpellato sul tema “progetti educativi vincenti”, raccontando la meraviglia di ciò che accade al Campo dei Miracoli, colorato angolo di Paradiso che risponde con la bellezza e l’allegria al grigiore e alla tristezza del Serpentone di Corviale. Cambiamo le regole del calcio per cambiare le regole del mondo. Questo è il motto di Calciosociale, insieme al “Vince solo chi custodisce“, che accoglie tutti i visitatori all’ingresso del Campo dei Miracoli e che riecheggia all’inizio e alla…

  • Film

    Brittany Runs a Marathon

    Comincio a sentirmi come se la vita di tutti gli altri andasse avanti, mentre la mia è incagliata. Alzi la mano chi, almeno una volta, ha pensato o detto una frase del genere. Attraverso lo schermo non mi potete vedere, ma io le mani le ho alzate entrambe e mi sto proprio sbracciando. Per questo, ho provato da subito empatia nei confronti della protagonista del film che vorrei consigliarvi oggi: Brittany Runs a Marathon (titolo italiano: Brittany non si ferma più – sì, non c’entra niente con l’originale, lo so). Brittany ha 28 anni e una vita di merda. Abita a New York, dove colleziona figuracce e rimproveri lavorando come…

  • Musica

    Diventerò la Luna

    Quando ho ascoltato per la prima volta Il Fine E La Luna degli Eugenio in Via Di Gioia, a un certo punto, mi sono messa a piangere. Se la ascoltate anche voi, probabilmente mi prenderete per scema, dal momento che tutto sembra fuorché una canzone struggente e strappalacrime. Eppure, ogni volta che la sento, suscita in me un turbine di pensieri ed emozioni che lascio affiorare dagli occhi e dalla pancia, mentre canto a squarciagola il ritornello appresso a Eugenio & Co. Questo brano, per me, è come un pugno nello stomaco, una tirata di orecchie, un calcio nel sedere. Esattamente quello che mi serve quando vedo moltiplicarsi intorno e…

  • Sproloqui

    Non è compito mio

    Ho concepito questo post come una sorta di spin-off del precedente.Nelle ultime settimane, infatti, ho continuato a ragionare su questa storia dell’amore gratuito, dell’esserci sempre e comunque per le persone a cui vuoi bene, anche se loro non dovessero ricambiare il tuo affetto. Mi è tornata in mente questa immagine, che avevo trovato in internet circa sei anni fa. La inviai su WhatsApp ad un ragazzo con cui stavo vivendo esattamente la dinamica qui rappresentata. Un tipo complicato, senza ombra di dubbio, riusciva a passare repentinamente dall’affettuoso all’affettato (mi piace il gioco di parole, per favore non rovinatelo pensando a salame e mortadella), la sua impenetrabilità mi faceva impazzire.Così, mandandogli…

  • Ricerca di sé(nso),  Sproloqui

    Perché molte persone hanno paura dell’amore gratuito

    Di tattiche e aspettative deluse Quando mi chiedono della mia vita sentimentale, tendo a rispondere che è sempre stata, ed è tuttora, piuttosto piatta. Le mie relazioni amorose si contano sulle dita di una mano… con le dita mozzate. Stento a definirle delle vere e proprie storie d’amore, le descriverei piuttosto come rapporti anomali, per mia fortuna brevi (questo posso dirlo, naturalmente, soltanto a posteriori), e caratterizzati da una immane fatica psicologica, inframezzata da pochi momenti idilliaci e romantici. Ci tengo a precisare che no, non me le sono andate a cercare, ma forse è vero che, inconsciamente, tendiamo ad attirare ciò che pensiamo di meritare… e questo mi suscita…

  • Sproloqui

    Non voglio tornare alla vita di prima

    Negli ultimi mesi ho trascorso molto tempo da sola. Ho cercato, a volte spasmodicamente, di abitare un tempo che fosse tutto per me – pochi minuti, ore o giorni interi -, per riappropriarmi di me stessa. Viaggi solitari, lunghe passeggiate al parco e al mare, o silenziose sessioni di contemplazione che, se anche il corpo non era in movimento, permettessero alla mia mente di vagare libera.Abitare questo tempo ha significato riconquistare la mia indipendenza interiore, ritrovare una forza d’animo e una serenità che per anni avevo cercato e mai raggiunto pienamente.Ho imparato a volermi più bene, a coccolarmi e ad essere più misericordiosa verso le mie debolezze e i miei…

  • Libri

    Certe pagine sono come specchi

    Certe pagine sono come specchi e io adoro il momento in cui, mentre leggo, letteralmente vedo apparirmi sul volto le più diverse espressioni – sorpresa, tenerezza, stupore, sgomento, sdegno, disgusto, gratitudine… Mi succede con pochi libri – quelli di Luigi Pirandello sono tra questi -: mi riconosco e mi osservo nei minimi particolari, ogni parola è un dettaglio di me. *.* Guardò in cielo la luna che pendeva su una di quelle grandi montagne, e nel placido purissimo lume che allargava il cielo, mirò, bevve le poche stelle che vi sgorgavano come polle di più vivida luce; abbassò gli occhi alla terra e rivide le montagne in fondo con le…

  • Ricerca di sé(nso),  Sproloqui

    L’amnesia sentimentale

    Negli ultimi tempi, ho raccolto diverse confidenze di care amiche alle prese con individui affetti da una particolare forma di amnesia. I tipi in questione, sostanzialmente, flirtano con loro e/o “ce le fanno credere”, dimenticando di menzionare il fatto che sono già legati sentimentalmente ad un’altra persona. Niente di nuovo, mi direte. Finché non si fa niente di male (!), tutto è concesso. Tanto sono solo parole, allusioni, doppi sensi e frecciatine, senza misteriosi retroscena, né tanto meno secondi fini. Solo che le mie amiche (e nel gruppo mi annovero anch’io) sono buone, sincere, trasparenti e … Si fidano. Si illudono. Si espongono. Si bruciano. E, per fortuna, imparano. 🙂…

  • Ricerca di sé(nso)

    “Agisci prima, pensa dopo”: il mio incontro con Roman Krznaric

    Chi mi conosce bene sa quanto negli ultimi anni mi sia dedicata per lavoro (ma anche per diletto!) alla teoria e alla pratica dell’empatia. Tra le più importanti fonti di ispirazione per le mie attività didattiche e ludiche, molte delle quali proposte nell’ambito del progetto If You Were Me, c’è sicuramente il libro Empathy di Roman Krznaric. Per due anni – da quando ho letto per caso un articolo sull’Empathy Museum, da lui fondato – ho inseguito il sogno di conoscerlo e collaborare con lui e il suo team. Poco dopo l’esplosione di interesse mediatico intorno all’iniziativa “A Mile in My Shoes”, la prima organizzata a Londra dall’Empathy Museum, scrissi…

  • Ricerca di sé(nso)

    Non lasciar morire il cuore

    Rime del cuore morto O piccolo cuor mio, tu fosti immenso come il cuore di Cristo, ora sei morto; t’accoglie non so più qual triste orto odorato di mammole e d’incenso. Uomini, io venni al mondo per amare e tutti ho amato! Ho pianto tutti i pianti vostri e ho cantato tutti i vostri canti! Io fui lo specchio immenso come il mare. Ma l’amor onde il cuor morto si gela, fu vano e ignoto sempre, ignoto e vano! Come un’antenna fu il mio cuore umano, antenna che non seppe mai la vela. Fu come un sole immenso, senza cielo e senza terra e senza mare, acceso solo per sé,…