Cuori pendolari

La vita del pendolare.
Ritardi inspiegabili, treni puzzolenti, soppressi o sovraffollati, autobus attesi invano sotto la pioggia, macchinette obliteratrici fuori uso, controllori rompiscatole.
Poi ci sono le persone; anzi, ci sono soprattutto le persone, i compagni di viaggio, sempre gli stessi o nuovi ogni volta.
Incontri. Confronti. Cambiamenti.
Questo racconto l’ho scritto in un impeto di mielosità; non che un certo romanticismo malinconico non sia una delle mie caratteristiche peculiari…però qui a fantasia ho proprio esagerato 😛 E quanto a illusione…beh, lasciamo perdere! 😀
Che poi, tempo fa, qualcuno mi fece notare che una cosa simile l’aveva già scritta quel ‘simpaticone’ di Fabio Volo :/ Bella roba! -.-

Pazienza! Questa è la mia versione di un viaggio in metro che (forse) ancora sto aspettando di compiere.

Continue reading »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

I libri della mia vita – #3 “Manuale di Epitteto”, Flavio Arriano

Sarò egoista, ma quest’articolo… “mi serve”. Epictetus
Come accennavo nel precedente post, sto vivendo un momento un po’ confuso, di spaesamento e incertezza.
Di questi tempi, purtroppo, non sono la sola a cui capita di sentirsi così, per cui, per quanto ogni “crisi” sia unica e difficilmente condivisibile nei suoi aspetti più profondi, non mi dispero.

Del resto, è in situazioni come questa che sento più forte la necessità di ristabilire un equilibrio interiore attraverso pensieri positivi e insegnamenti di vita autentici.

Ecco perchè mi rivolgo ad un grande filosofo dell’antichità, lo stoico Epitteto (50-130 d.C), uno che, come i più grandi, non affidò alla carta le sue riflessioni, ma preferì “fidarsi” del percorso che ciascun allievo avrebbe intrapreso da solo, partendo da quelle indicazioni.

Continue reading »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

La risposta che cercavo

In questi giorni il mio umore risente di una latente (manco tanto) insofferenza.
Stamattina, per caso, apro questo libro, ed ecco: la risposta.
Non ho bisogno di aggiungere altro.

Essere nuovi come la luce a ogni alba
come il volo degli uccelli
e le gocce di rugiada:
come il volto dell’uomo
come gli occhi dei fanciulli
come l’acqua delle fonti:
vedere la creazione
emergere dalla notte!

 Non vi sono fatti precedenti:
non parlate di millenni
o di giorni o di altri millenni.
Né creatura alcuna correrà
il rischio di essere sazia:
principio altro principio genera
in vite irripetibili
come le primavere.

Io debbo essere un segno mai visto
ipostasi del non visto prima,
goccia consapevole o perla della notte,
il lucente attimo d’Iddio
che per me solamente
così si riveli e comunichi.

Unico male l’abitudine
e la scelta tragica:
discorrere invece che intuire.

E la mente si popola di idoli
e il cuore è un deserto lunare:
solo la Meraviglia ci potrà salvare
aprendo il varco
verso la Sostanza.

Allora il medesimo silenzio dell’origine
nuovamente fascerà le cose,
o eromperà – uguale
evento – il canto.

(David Maria Turoldo, da “Il dramma è Dio“)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Pensieri e storie – “Dal fiore al frutto”

Tra le tante scartoffie presenti nel mio pc, c’è una cartella intitolata “Pensieri e storie”; contiene racconti (audace chiamarli così!) e riflessioni personali che finora poche persone hanno avuto modo di leggere, tra familiari e amici.
Ora, poichè tra gli scopi del mio blog c’è anche questo, mi piacerebbe condividere con voi alcuni di questi pensieri, cominciando da quello più “adatto” alla stagione che stiamo vivendo. Non so voi, ma io di mandarini ne sto mangiando a bizzeffe! 🙂

Continue reading »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

I libri della mia vita – #2 “De profundis”, Oscar Wilde

220px-Oscar_Wilde_Signature.svgLo ammetto: non me l’aspettavo.
Già, perchè l’immagine che molti hanno di Oscar Wilde è quella del dandy sregolato e irriverente, dedito esclusivamente alla ricerca del piacere e degli eccessi più scandalosi.

Beh, è vero, Oscar Wilde è stato tutto questo; ma c’è dell’altro.

Continue reading »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

I libri della mia vita – #1 “Aut-Aut”, Soren Kierkegaard

aut-autDisarmante.

E’ il primo aggettivo che mi viene in mente ripensando a questo libro, che non mi ha semplicemente cambiato la vita, me l’ha proprio sconvolta.
E’ un testo talmente significativo e pieno, che mi verrebbe voglia di trascrivervelo qui per intero; ma farò lo sforzo di scegliere qualche estratto, giusto per rendere l’idea.

Continue reading »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather