• Ricerca di sé(nso)

    Essere lieti nel proprio lavoro: si può?

    Due settimane fa, chiosando l’articolo dedicato al tempo perso – o ritrovato –, accennavo alla visione del lavoro che ho maturato negli ultimi anni anche grazie alla lettura di due preziosi libri: How To Find Fulfilling Work di Roman Krznaric e Screw Work, Let’s Play di John Williams.Entrambi gli autori approfondiscono un concetto che mi sta particolarmente a cuore, perché ha rappresentato la chiave di volta in alcune scelte che, da grande, ho potuto fare proprio in ambito lavorativo: il divertimento. Nella nostra società, radicata in una concezione del lavoro inteso come fatica e sacrificio, l’idea che si possa trarre piacere dalle attività che si svolgono in ambito professionale è…

  • Music Tips

    Chiudi gli occhi e guarda

    Maria Sara’s Music Tips #2 Cari amici, amanti della musica, ben trovati! Eccoci arrivati alla seconda puntata della rubrica dedicata agli artisti gajardi che ho scoperto grazie a GigsGuide. Nell’articolo di esordio, vi ho parlato di tre fantastici cantanti/strumentisti che spaziano tra il jazz, il blues, il soul e l’r&b. Oggi, invece, vi propongo un po’ di musica strumentale che mi piace ascoltare nei momenti di relax e di riflessione, ma anche mentre scrivo.State cercando un sottofondo che vi aiuti a concentrarvi mentre studiate o lavorate? Una colonna sonora fiabesca per accompagnare una bella passeggiata? O un’atmosfera onirica che vi liberi per un po’ dal peso dei cattivi pensieri? Il…

  • Sproloqui

    «’A lingha jè n’ata massaria»: scrivere bene per capirsi meglio e ottenere di più

    Anticamente, possedere una masseria era sinonimo di ricchezza: terre e animali rappresentavano un patrimonio inestimabile, soprattutto nel Sud Italia, dove le aziende rurali puntellavano le fertili campagne.Lo sapeva bene chi ha formulato il proverbio con cui ho aperto questo post, un detto che sento spesso pronunciare da mio padre, espressione della saggezza popolare del suo paese, Verbicaro (CS). La lingua è un’altra ricchezza. Saper usare le parole, nella comunicazione orale così come in quella scritta, significa poter interagire con il mondo a tutti i livelli e ottenere grandi risultati in termini di comprensione reciproca, arricchimento culturale, condivisione di emozioni, persuasione. Il moderno boom del copy-writing ce lo conferma, ma quello…

  • Ricerca di sé(nso)

    Tu vivi per tutto quello che a loro sfugge*

    Lunedì mattina ho fatto una passeggiata solitaria al mare. Mi sono spinta fino a Lido dei Pini, sperando di poter arrivare in spiaggia passando per la pineta ma, purtroppo, l’ingresso del Parco della Gallinara era chiuso. Così, ho camminato direttamente lungo la riva. Pur non potendo ignorare le bottiglie di plastica e i rifiuti sparsi sulla sabbia (argh!), mi sono voluta concentrare sulla bellezza dello scenario: le dune sinuose e le piante di agave, i tronchi dalle strane forme, il mare calmo, i gabbiani in volo, il sole alto nel cielo e un gradevole tepore sulla schiena. Dopo aver superato tre o quattro persone con il cane e altrettanti pescatori,…

  • Ricerca di sé(nso)

    Come facciamo l’amore

    Avevo pubblicato questo articolo il 7 gennaio 2016. La versione che segue è leggermente riveduta e corretta. Ieri sera, su Deejay tv ho visto lo spot di un nuovo programma intitolato “Undressed” (Svestiti), che recitava così: “Un esperimento romantico per trovare il tuo partner ideale. Due sconosciuti in cerca dell’anima gemella si incontrano per la prima volta direttamente a letto. Sei pronto a spogliarti e a condividere la tua intimità con uno sconosciuto? Trenta minuti per conoscersi e scegliersi…”Ovviamente i protagonisti sono giovani e aitanti, ti pare che ingaggiavano fanciulle tutte brufoli e cellulite o ragazzotti flaccidi e poco attraenti? Il programma non è ancora in onda, per cui esprimo la…

  • Music Tips

    Maria Sara’s Music Tips

    (sempre perché in inglese fa più figo, ma troverò un titolo più originale, promesso ;D) Sono una ragazza fortunata perché, grazie a GigsGuide, scopro un sacco di bella musica. Da quasi un anno a questa parte, infatti, ogni settimana passo in rassegna la programmazione dei concerti livestream elencati sul nostro sito per promuovere sui social i più interessanti. Questo lavoro di selezione, naturalmente, è accompagnato da una piacevole sessione di ascolti, grazie a cui conosco tanti nuovi artisti che man mano si aggiungono alla mia nutrita playlist dal titolo “Mo’ sto in fissa con…” 😀 Già a maggio dell’anno scorso avevo raccontato su Ground Control le mie scoperte di quel…

  • Ricerca di sé(nso)

    Perché vi conviene sfruttare il mese gratis di LinkedIn Premium

    Il 7 gennaio ho riattivato il mese gratis di LinkedIn Premium.Devo ammettere che, a parte le recenti piacevoli scoperte, da quando mi ero iscritta a questo social, non ne avevo mai sfruttato a pieno le potenzialità. Negli ultimi mesi, invece, avendo più tempo a disposizione, mi sono messa a studiare come poter sfruttare al meglio questa piattaforma in virtù del cambiamento di carriera che ho intrapreso (in piena pandemia?! Yes, I know… ma questo potrebbe essere argomento di un altro post quindi non mi dilungo). Già in passato avevo attivato l’abbonamento Premium per accedere alla sezione Learning e, anche stavolta, la scelta di questa opzione si è rivelata molto utile,…

  • Letture Illuminanti,  Ricerca di sé(nso)

    Il sentiero si fa camminando

    È vano sedersi per scrivere se non ci si è mai alzati per vivere. Henry David Thoreau, Journal La settimana scorsa vi ho raccontato della bizzarra sfida creativa che, per dieci giorni, mi ha visto impegnata nel realizzare oggetti di vario tipo utilizzando solo i materiali presenti sulla mia scrivania. Nel descrivere la mia postazione, ho citato anche una frase a me molto cara, che qui riporto in italiano: Viandante, non esiste un sentiero:Il sentiero si fa camminando. Antonio Machado In effetti, facendo un bilancio di questa curiosa attività, mi sono resa conto di quanto in essa fosse sacrificata la componente dinamica dell’atto creativo.Se, da un lato, trovavo stimolante l’idea…

  • Arte,  Sproloqui

    Come trasformare la tua scrivania in uno studio creativo

    Ovvero: Come Maria Sara pensa di emulare Neil, il grande artista Da circa una settimana sto portando avanti una bizzarra attività. Si tratta di una Creative Desk Challenge. Che vor di’? Vuol dire che, ogni giorno, ho a disposizione dieci minuti per costruire degli oggetti utilizzando solo le cose che si trovano sulla mia scrivania.Ho scovato questo gioco su LinkedIn Premium, tra i video della sezione ‘Learning’ e devo dire che la sto trovando particolarmente divertente e stimolante. Alcuni di voi hanno già potuto ammirare le mie opere su Instagram, accompagnate da improbabili spiegazioni e retroscena. Finora ho realizzato: un mostro, le giostre di un luna park, un gioco da…

  • Ricerca di sé(nso)

    Sapere di dover morire

    In questo periodo, sto recitando con più attenzione l’Ave Maria e un’invocazione a San Giuseppe con cui ho deciso di concludere ogni giornata, in questo anno che il Papa ha voluto dedicare proprio al padre terreno di Gesù. Nei giorni scorsi, mi sono soffermata, in particolare, sulle parole conclusive di queste preghiere, che fanno entrambe riferimento alla morte. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatoriAdesso e nell’ora della nostra morte. …e chiedi a Gesù restituire il bacio quando sarò sul letto di morte.San Giuseppe, patrono delle anime che stanno per morire, prega per me. Ogni sera, quindi, mi trovo a pensare alla morte alla luce di un’esperienza di…