• Ricerca di sé(nso)

    Più note positive fanno una bella canzone

    Amici! L’esperimento continua. E con risultati particolarmente interessanti, questa settimana! Salto i preamboli ed entro subito nel vivo del racconto… Lunedì, 12 febbraio Ho messo il naso fuori di casa alle 7.05 e la prima parola che ho pronunciato è stata “waaah” davanti ad un cielo rosa-arancione nel quale, piano piano, si faceva largo il sole. Ho ricevuto un bellissimo messaggio da Serenella, una ragazza che ho conosciuto due anni fa a Roma Tre. Non ci siamo più riviste, ma mi ha scritto che, da allora, segue con passione i post che condivido su Facebook, compreso l’articolo ‘La nota positiva’. “Sei davvero un contenitore di idee belle e buone.” Così…

  • Libri

    I libri della mia vita – #4 “Camminate nella luce finchè avete la luce”, Lev Tolstòj

    Comprai questo libro su consiglio della mia carissima amica Paola. Prima di allora, non avevo mai familiarizzato con la monumentale produzione letteraria di Tolstòj; e aggiungo un mea culpa affermando di non aver nemmeno mai letto i suoi più famosi “malloppi”…non ancora, almeno! Durante una delle nostre prolifiche “chiacchierate di aggiornamento”, Paola mi parlò con entusiasmo di un racconto intitolato “La morte di Ivàn Il’ìc“: “Lo devi leggere Maria Sa’, è stupefacente come Tolstòj riesca a scavare così a fondo nei ragionamenti contorti della mente umana di fronte al mistero della morte…” La mini-recensione mi incuriosì e, quando acquistai il libro, notai con piacere che l’unica edizione disponibile presentava questa…

  • Libri

    I libri della mia vita – #3 “Manuale di Epitteto”, Flavio Arriano

    Sarò egoista, ma quest’articolo… “mi serve”. Come accennavo nel precedente post, sto vivendo un momento un po’ confuso, di spaesamento e incertezza. Di questi tempi, purtroppo, non sono la sola a cui capita di sentirsi così, per cui, per quanto ogni “crisi” sia unica e difficilmente condivisibile nei suoi aspetti più profondi, non mi dispero. Del resto, è in situazioni come questa che sento più forte la necessità di ristabilire un equilibrio interiore attraverso pensieri positivi e insegnamenti di vita autentici. Ecco perchè mi rivolgo ad un grande filosofo dell’antichità, lo stoico Epitteto (50-130 d.C), uno che, come i più grandi, non affidò alla carta le sue riflessioni, ma preferì…