Music Tips

Maria Sara’s Music Tips

(sempre perché in inglese fa più figo, ma troverò un titolo più originale, promesso ;D)

Sono una ragazza fortunata perché, grazie a GigsGuide, scopro un sacco di bella musica.
Da quasi un anno a questa parte, infatti, ogni settimana passo in rassegna la programmazione dei concerti livestream elencati sul nostro sito per promuovere sui social i più interessanti.
Questo lavoro di selezione, naturalmente, è accompagnato da una piacevole sessione di ascolti, grazie a cui conosco tanti nuovi artisti che man mano si aggiungono alla mia nutrita playlist dal titolo “Mo’ sto in fissa con…” 😀

Già a maggio dell’anno scorso avevo raccontato su Ground Control le mie scoperte di quel periodo, così ho pensato che sarebbe carino avviare sul mio blog una rubrica di consigli musicali tratti da questa esperienza, sempre che siate ascoltatori curiosi e che vi fidiate dei miei gusti!
Three is the magic number, per cui credo che manterrò questo numero di tips per post, così avete tutto il tempo per approfondire e commentare le mie proposte e magari suggerire, a vostra volta, artisti che vi piacciono.
Bando alle ciance, accendete le casse o indossate le cuffie, partiamo!

Adam Douglas

Cantautore statunitense trapiantato in Norvegia, infatti la maggior parte delle sue interviste non le capisco ma, per fortuna, canta in inglese. 😛
Il primo dei suoi brani che ho ascoltato si intitola Joyous We’ll Be, un travolgente inno alla speranza che anticipa l’uscita del nuovo album “Better Angels”. Quando Adam ha condiviso su Instagram il post con cui avevo promosso un suo concerto, gli ho scritto in privato per ringraziarlo e dirgli che non riuscivo a smettere di cantare il ritornello – Voices will sing so wide and fearlessly – pensando al mio coro e al giorno in cui saremmo tornati a provare insieme. Mi ha risposto con un messaggio dolciottissimo! Oltre a trovarlo molto simpatico (mi piace troppo il suo sorrisetto sbarazzino), adoro il suo timbro di voce, il suono avvolgente dei fiati in alcuni arrangiamenti e la cantabilità dei suoi brani.
La canzone qui sotto ve la segnalo perché dà un messaggio molto bello e credo che il video ne restituisca perfettamente il senso.

Aubrey Logan

Lei è una vera forza della natura.
Ha una voce strepitosa e un’energia incredibile.
Suona il trombone – che gajarda! – e i suoi brani strumentali sono spettacolari così come quelli in cui canta.
Le sue cover di alcuni grandi classici sono dei veri gioiellini.
Insomma, negli ultimi tempi, l’ho spammata ad amici e parenti perché mi ha troppo entusiasmata. Tra i suoi dischi, vi consiglio “Where the Sunshine Is Expensive”, che contiene la canzone che vi propongo qui.
Qualche settimana fa l’ho messo su mentre pulivo casa, un po’ ramazzavo e un po’ zompettavo di qua e di là. In preda all’euforia, l’ho condiviso con il mio amico Maury scrivendo: “Sentiti st’album e balla per tutta casa!”. La sua risposta è stata la gif della Carlton Dance. Vi assicuro che rende l’idea. 😀

Olivia Trummer

Pianista e cantautrice tedesca, ha uno stile originale e versatile, pur muovendosi principalmente in territorio jazz. Il suo ultimo album, “The Hawk“, è una carezza che ti rimette in pace col mondo: pianoforte e flauto si intrecciano in melodie soffici e delicate, in grado di proiettare il pensiero in una dimensione di sogno e libertà.
Olivia ha già all’attivo tanti bei dischi incisi con il suo trio. Qui ve la propongo in versione piano e voce per farvi apprezzare la sua elegante e limpida vocalità, ma la sua produzione è talmente varia che merita davvero di essere esplorata.
Anche con lei ho scambiato due chiacchiere su Instagram nei giorni scorsi, proprio in vista di un concerto online che farà stasera alle 20 al Jazzclub Unterfahrt di Monaco. Da non perdere! 🙂

Che ne pensate?
Mentre sto finendo di scrivere questo post, già sto ascoltando altri artisti gajardi. Così si rimpolpa non solo la mia playlist ma anche la lista dei concerti che vorrò andare a vedere quando – spero presto – sarà di nuovo possibile! Nel frattempo, se volete assistere a qualche bel concerto nel fine settimana di San Valentino (-.-“), ho messo insieme un po’ di consigli anche sul blog di GigsGuide!

Fatemi sapere nei commenti se l’idea della rubrica vi piace! Ciauz! 🙂

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Laureata in Lettere, ideatrice del progetto If You Were Me, esperta di editoria e scrittura, soprano nel Coro Giovanile Lavinium, community manager di GigsGuide e Calciosociale Italia.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.